• Texte intégral révisé suivi d'une biographie de Gabriele D'Annunzio. "Le Feu" est par excellence le roman du Dominateur, le héros Stelio Effrena qui entend ignorer toutes les limites et toutes les contraintes, y compris la douleur humaine. Sa devise: "Créer avec joie", puisqu'il est poète nouveau (D'Annunzio lui-même) et musicien célèbre (Richard Wagner). La femme, c'est la Foscarina, légendaire tragédienne (Eleonora Duse) souffrant de ses admirateurs, de son passé orageux, de son extrême jalousie et du déclin de sa jeunesse. Devenue la maîtresse du héros, elle saura pourtant s'effacer pour l'homme qu'elle aime. Venise en automne, luxurieuse et royale, forme le cadre de l'intrigue. Ici, la volupté se confond avec la gloire. Mais c'est surtout dans les pages mélancoliques qu'il faut chercher la réussite du roman, en particulier dans le personnage pathétique de la Foscarina finalement poussée au renoncement. Jamais D'Annunzio, considéré aujourd'hui comme le principal représentant du décadentisme et de l'esthétisme intellectuel de l'Italie du début du XXe siècle, n'a autant abusé de l'analogie autobiographique que dans ce roman nietzschéen où le narcissisme, élevé au rang de technique artistique, est un élément essentiel de la création. Tout exalte ici cette volupté mortelle qui sera le thème central de toute son oeuvre.

  • Andrea Sperelli, un giovane nobile che vive a Roma, trascorre le sue giornate tra feste ed eventi mondani, intrappolato in un vortice di femmes fatales, finte amicizie, vizi e piaceri. È innamorato della seducente Elena Muti, ma il suo è un amore impossibile e tormentato.
    Dopo esser stato ferito in duello, Andrea si trasferisce momentaneamente dalla cugina sulla costiera Napoletana. Lì incontrerà un'altra donna, Maria Ferres: ora, nella mente del giovane, Elena non è più la sola.
    E così la vita di Andrea, un dandy tutto italiano, farà immergere il lettore nella mondanità più sfarzosa e decadente delle feste di fine Ottocento. I palazzi nobiliari di Roma e la soleggiata riviera del golfo di Napoli saranno lo sfondo di questo romanzo innovativo, capace di catturare il lettore con una passionalità e una spavalderia stilistica rivoluzionaria per la letteratura italiana dell'epoca.

    Romanzo d'esordio di D'Annunzio, Il piacere è il primo dei Romanzi della Rosa, un ciclo narrativo che comprende anche "L'innocente" e "Il trionfo della morte".



    Gabriele D'Annunzio (1863-1938) è stato uno dei più importanti poeti e scrittori della letteratura italiana. Anche giornalista, attivista politico e militare, la sua figura è una delle più discusse nel panorama artistico del Bel Paese. Massimo esponente dell'Estetismo, tra le sue opere più note ricordiamo "Alcyone", la raccolta di liriche che contiene "La pioggia nel pineto".

  • Il Fuoco

    Gabriele D'Annunzio

    Fine Ottocento, sullo sfondo di una Venezia decadente, Stelio Effrena è un giovane artista ammirato da gran parte degli esponenti della vita mondana della città. Invitato al Palazzo Ducale di Venezia per esporre le sue vedute artistiche, Stelio si presenta con Foscarina, un'attrice famosissima pazzamente innamorata di lui.
    Un romanzo dai tratti autobiografici, ne "Il Fuoco" D'Annunzio fonde l'immagine di Superuomo con quella del Dandy. Una storia di artisti invincibili e passioni sfrenate, di lusso e di estetica. Il lettore potrà immergersi nella vita di Stelio, seguirlo nei suoi vortici di amori drammatici e feste sfarzose, tra i palazzi signorili di una Venezia malinconica e misteriosa.



    Gabriele D'Annunzio (1863-1938) è stato uno dei più importanti poeti e scrittori della letteratura italiana. Anche giornalista, attivista politico e militare, la sua figura è una delle più discusse nel panorama artistico del Bel Paese. Massimo esponente dell'Estetismo, tra le sue opere più note ricordiamo "Alcyone", la raccolta di liriche che contiene "La pioggia nel pineto".

  • "Forse che si, forse che no" è l'ultimo romanzo di D'Annunzio, scritto fra il 1909 e il 1910, ricco di riferimenti autobiografici come la passione per il volo e la storia d'amore dai risvolti drammatici con Giuseppina Mancini, moglie infelice del conte Lorenzo, proprietario di numerosi vigneti in Toscana.

    Il protagonista maschile, Paolo Tarsis, è un provetto aviatore e uno spericolato automobilista; Isabella Inghirami, bellissima, sensuale e drammaticamente combattuta fra ragione e istinto, finisce per impazzire, come accadde nella realtà all'amante di D'Annunzio. Il romanzo è ambientato a Volterra, dove abitano gli Inghirami, una città costruita sopra a giganteschi precipizi scoscesi (le balze) che fanno da sfondo a legami incestuosi, suicidi, tormenti e gelosie destinati a condurre alla rovina tutti i personaggi. Solo Paolo - che cerca la morte a bordo del suo aereo - riuscirà a salvarsi e ad atterrare sulle coste della Sardegna, compiendo un'impresa memorabile e straordinaria.

    D'Annunzio diede al romanzo come titolo un celebre motto presente nel soffitto ligneo a labirinto del Palazzo Ducale di Mantova, di cui restò affascinato durante una sua visita.



    Poeta, scrittore, drammaturgo, ma anche giornalista, eroe di guerra e politico: Gabriele D'Annunzio è stato sicuramente uno dei protagonisti della storia d'Italia di inizio Novecento. È conosciuto anche come "il Vate" (poeta sacro, profeta). Un soprannome che la dice lunga sul rispetto che gli viene tributato. Amante dell'arte, dei salotti e delle belle donne, ma anche dei duelli, delle sfide e dello scontro fisico. Senza aver mai paura di osare. Di spingersi più in là del dovuto. Probabilmente era questo il suo segreto, unito ad un talento e ad una sensibilità fuori dal comune, che gli permettevano di leggere nel cuore delle persone e ammaliarle con un verso recitato al momento giusto. Estetismo e decadentismo: sono questi i due riferimenti principali della poetica D'Annunziana. Nel 1897 entrò in parlamento come deputato. Nel 1914, mentre l'Italia era indecisa se entrare in guerra o no, il poeta si schierò apertamente a favore dell'interventismo e, coerente con la sua scelta, si arruolò volontario, nonostante avesse già 52 anni. Si distinse soprattutto come pilota di aerei, per voli di ricognizione. Tra le sue imprese più celebri si ricorda il volo su Vienna nel 1918 quando sorvolò la capitale nemica per lanciare volantini che incitavano alla fine delle ostilità. Non ci fu solo gloria. Nel 1916, un incidente aereo gli causò la perdita dell'occhio destro.

  • Epicospo et cie

    Gabriele D'Annunzio

    Pour votre plus grand plaisir vous trouverez dans cette ouvrage une biographie detaille ainsi qu'une bibliographie de l'auteur

    Giovanni Episcopo, humble employé administratif, mène une vie paisible à Rome dans une modeste pension de famille. Il change de domicile, se lie avec des personnages équivoques et tombe bientôt sous le charme de Ginevra Canale, amante et complice de Giulio Wanzer qui s'enfuit en Argentine. Il perd son emploi, devient, malgré lui, l'époux de Ginevra dont il a un fils Ciro. Lorsque Wanzer réapparaît et tente de lui reprendre Ginevra, Episcopo l'assassine et se dénonce ensuite à la police, après la mort de son enfant.

    Gabriele D'Annunzio (1863-1938) nous fait écouter, sur les lieux du crime, la confession détaillée, criante de sincérité d'Episcopo et Cie (1892), avec ses repentirs, ses trous de mémoire, ses reprises, ses plongées dans la dégradation humaine.
    Un poignant roman réaliste italien qui fait penser inévitablement au roman fleuve russe de Dostoïevski

  • Giorgio Aurispa, un giovane esteta e artista originario dell'Abruzzo, si trasferisce a Roma, dove può permettersi una vita agiata grazie all'eredità lasciatagli dallo zio morto suicida. Nella capitale, trascorre le sue giornate tra saloni e palazzi nobiliari, in un turbinio di lussi tipico delle feste mondane di fine Ottocento. In questo modo, incontrerà Ippolita, una donna sposata, che lo coinvolgerà in una relazione intensamente lussuriosa. Ma la passione verrà oscurata dall'ineluttabile morsa della mediocrità della vita...

    Romanzo psicologico e introspettivo, "Trionfo della morte" è il terzo volume della Trilogia della Rosa, di cui fanno parte anche "Il piacere" e "L'innocente".



    Gabriele D'Annunzio (1863-1938) è stato uno dei più importanti poeti e scrittori della letteratura italiana. Anche giornalista, attivista politico e militare, la sua figura è una delle più discusse e controverse nel panorama artistico italiano di fine Ottocento e inizio Novecento. Massimo esponente dell'Estetismo, tra le sue opere più note ricordiamo "Alcyone", la raccolta di liriche che contiene "La pioggia nel pineto".

  • Un'ossessione malsana si è impadronita di Tullio Hermil. La vicenda ruota intorno a una moglie dalla salute cagionevole, un amore ritrovato e una gravidanza inaspettata. Non appena nato, il bambino verrà infatti ritenuto colpevole di aver messo a repentaglio la vita della madre. Tullio agirà quindi con fredda premeditazione. A piano eseguito, però, sarà il gelo del senso di colpa ad avvolgerlo e tormentarlo.

    `L'innocente' fa parte, insieme a `Il piacere' e `Il trionfo della morte', del ciclo narrativo de `I romanzi della rosa'.



    Gabriele D'Annunzio (1863-1938) è stato uno dei più importanti poeti e scrittori della letteratura italiana. Anche giornalista, attivista politico e militare, la sua figura è una delle più discusse nel panorama artistico del Bel Paese. Massimo esponente dell'Estetismo, tra le sue opere più note ricordiamo 'Alcyone', la raccolta di liriche che contiene 'La pioggia nel pineto'.

  • Claudio Cantelmo percepisce la società borghese in cui si trova costretto a vivere come una trappola micidiale. Persino Roma comincia a stargli stretta. Lui, ultimo discendente di una valorosa famiglia nobiliare, vuole contribuire alla creazione di un'Italia gloriosa e rispettata. Per far questo, ha però bisogno di un erede, un figlio che incarni gli ideali di nobiltà, bellezza, arte e coraggio a lui cari. Fuggito da Roma, dove non crede di poter trovare un'amante all'altezza delle aspettative, Claudio trova alloggio presso la casa di un vecchio nobile decaduto nel Sud Italia. Con il vecchio nobile, vivono anche la moglie e il figlio, entrambi malati, ma soprattutto le tre giovani figlie, le quali attirano sin da subito la rapace attenzione di Claudio. Nelle 'Vergini delle rocce' è soprattutto il concetto di superuomo, una persona ideale in grado di elevarsi al di sopra delle masse grazie alle sue doti straordinarie, ad ispirare il racconto di D'Annunzio.



    Gabriele D'Annunzio (1863-1938) è stato uno dei più importanti poeti e scrittori della letteratura italiana. Anche giornalista, attivista politico e militare, la sua figura è una delle più discusse nel panorama artistico del Bel Paese. Massimo esponente dell'Estetismo, tra le sue opere più note ricordiamo 'Alcyone', la raccolta di liriche che contiene 'La pioggia nel pineto'.

  • 'Del libro segreto' raccoglie una parte del diario tenuto da D'Annunzio durante la vecchiaia, quando sentiva che ormai la morte aveva cominciato ad attanagliarlo (non a caso, il titolo completo dell'opera è 'Cento e cento e cento e cento pagine del libro segreto di Gabriele d'Annunzio tentato di morire'). Dalle avventure spericolate nelle trincee della Prima guerra mondiale alla famosa volta in cui misteriosamente cadde dalla finestra (qui raccontata come un tentativo di suicidio), in queste pagine il Vate della letteratura italiana ripercorre alcune delle pagine più tormentate ma anche suggestive della sua biografia, una vita sempre vissuta come un'opera d'arte.



    Gabriele D'Annunzio (1863-1938) è stato uno dei più importanti poeti e scrittori della letteratura italiana. Anche giornalista, attivista politico e militare, la sua figura è una delle più discusse nel panorama artistico del Bel Paese. Massimo esponente dell'Estetismo, tra le sue opere più note ricordiamo 'Alcyone', la raccolta di liriche che contiene 'La pioggia nel pineto'.

  • Decadent fin-de-siecle novel about aristocratic Romans, made into a film by Visconti.

  • Anglais Pleasure

    D'Annunzio Gabriele

    Putting the sex back in Pleasure, here is the first new English translation since the Victorian era of the great Italian masterpiece of sensuality and seduction
    ;
    Like Oscar Wilde’s Dorian Gray, Andrea Sperelli lives his life as a work of art, seeking beauty and flouting the rules of morality and social interaction along the way. In his aristocratic circles in Rome, he is a serial seducer. But there are two women who command his special regard: the beautiful young widow Elena, and the pure, virgin-like Maria. In Andrea’s pursuit of the exalted heights of extreme pleasure, he plays them against each other, spinning a sadistic web of lust and deceit.
    ;;;;;;;;;;; This new translation of D’Annunzio’s masterpiece, the first in more than one hundred years, restores what was considered too offensive to be included in the 1898 translation--some of the very scenes that are key to the novel’s status as a landmark of literary decadence.

  • BnF collection ebooks - "Stelio, le coeur ne vous tremble-t-il pas un peu, pour la première fois ? - demanda la Foscarina avec un faible sourire, en touchant la main de l'ami taciturne assis à son côté. - Je vous vois pâle et pensif. Quel beau soir de triomphe pour un grand poète ! D'un regard, divinement, elle recueillit dans ses yeux experts toute la beauté répandue parmi ce dernier crépuscule de septembre."BnF collection ebooks a pour vocation de faire découvrir en version numérique des textes classiques essentiels dans leur édition la plus remarquable, des perles méconnues de la littérature ou des auteurs souvent injustement oubliés. Tous les genres y sont représentés : morceaux choisis de la littérature, y compris romans policiers, romans noirs mais aussi livres d'histoire, récits de voyage, portraits et mémoires ou sélections pour la jeunesse.

  • Le Feu

    ,

    • Ligaran
    • 30 Août 2016

    Extrait : "Col tempo. Dans une salle de l'Académie, la Foscarina s'était arrêtée devant la Vieille de Francesco Torbido, cette femme ridée, édentée, flasque et jaunâtre qui ne peut plus ni sourire ni pleurer, cette ruine humaine pire que la pourriture, cette espèce de Parque terrestre qui, au lieu de la quenouille ou du fil ou des ciseaux, tient entre ses doigts le cartouche sur lequel est écrite l'admonition."
    À PROPOS DES ÉDITIONS LIGARAN :
    Les éditions LIGARAN proposent des versions numériques de grands classiques de la littérature ainsi que des livres rares, dans les domaines suivants :
    o Fiction : roman, poésie, théâtre, jeunesse, policier, libertin.
    o Non fiction : histoire, essais, biographies, pratiques.

empty